★★★ THIS IS ELVIS ★★★: febbraio 2016

domenica 28 febbraio 2016

Only Believe




Only Believe
Words & Music: Paul Rader
Recorded: 1970/06/08, first released on “Love Letters from Elvis”
Traduzione di vali/g52


************************************************************************



“Only Believe” - incisa da Elvis Presley lunedì 8 Giugno 1970
Scritta da: Rader
Originariamente incisa da Harmonizing Four nel 1957
Versione originale di Elvis Presley su: Love Letters From Elvis Presley;
Amazing Grace (CD2)



Questo è visto come l’inno preferito di Elvis Presley, durante i suoi giorni nell’esercito e aveva, con sé, nella sua casa in Germania, una copia del disco degli Harmonizing Fourording. La loro versione, il cui titolo era "All Things Are Possible," venne realizzata su etichetta Vee Jay, dove Jimmy Jones faceva il ruolo di basso. Lo scrittore Daniel Paul Rader nacque nel 1878 (anche se molte biografie dicono il 1877) e visse fino a 60 anni. Fu predicatore evangelista, all’inizio del 20° secolo e scrisse numerosi inni moderni, incluso "Only Believe," datato 1921. Gli Harmonizing Four incisero la canzone come "All Things Are Possible" su VeeJay 845; il lato B era "Farther Along,", che fu incisa anche da Elvis Presley.


http://users.telenet.be/davidneale/e...als/index.html
(aggiornato al 2008)



sabato 20 febbraio 2016

Guitar Man






Guitar Man
Words & Music: Jerry Hubbard
Recorded: 1967/09/10, first released on “Clambake”
Traduzione di vali/g52

******************************************



“Guitar Man” - incisa da Elvis Presley domenica 10 Settembre 1967
Scritta da: Hubbard
Originariamente incisa da Jerry Reed nel 1967

Versione originale di Elvis Presley su: Elvis Presley in Nashville; From Nashville to Memphis (3); NBC-TV Special

Jerry Reed e Jerry Hubbard (compositore) è uno e lo stesso, infatti Hubbard è il suo vero nome. All’incisione di questo pezzo da parte di Elvis Presley Jerry suonava la chitarra. Vedi anche U.S. Male e Talk About The Good Times.

http://users.telenet.be/davidneale/e...als/index.html
(aggiornato al 2008)





venerdì 19 febbraio 2016

Elvis Proibito - di Philip Avon




Appena uscito in libreria Elvis proibito di Philip Avon. 

E' un resoconto poco dettagliato della vita intima di Elvis. La curiosità ha avuto il sopravvento e non ho potuto fare a meno di comperarlo vista la scarsa reperibilità di libri biografici tradotti in italiano. Qui l'autore prende spunto dalle biografie di Guralnick, Hopkins e Goldman per raccontare gli aspetti privati e intimi di Elvis; 
L'autore non fa che parlare del complesso di Edipo di cui, secondo lui, era afflitto. della sua vita sessuale e del tipo di rapporti sessuali che aveva con le ragazze, Nonostante il fatto che nei racconti delle amiche di Elvis non viene fuori niente di scabroso allo stesso tempo non si fa a meno di denigrare la sua figura.
 Di interessante ci sono diverse interviste fatte a Elvis nel corso degli anni. Inoltre, visto e considerato che il discorso salta fuori regolarmente, mi aspettavo  che "naturalmente" l'autore rivelasse  qualcosa di "sconosciuto" tipo  l'uso e abuso di stupefacenti di droga di anfetamine e quant'altro, ebbene  si parla di quello che si sapeva gia' ma "udite udite" non si parla di droghe pesanti. Wooww evviva, finalmente!! 
 Nelle citazioni si legge che Goldman scrive: "Elvis rifiutava di sentirsi tossicodipendente perché per lui i tossicodipendenti erano persone che avrebbe voluto vedere in prigione insieme agli spacciatori. Elvis infatti considerava tossicodipendente solo chi assumeva eroina, se la iniettava da solo, e se la iniettava in vena - e lui non faceva nessuna di queste cose.
(premetto che la biografia di Albert Goldman non l'ho mai letta)

Al di la' di tutto cio'  comunque, nemmeno questo libro fa un bel quadretto di Elvis, lo si dipinge debole, asessuato, capriccioso, violento e immaturo.  Ho trovato molte  incongruenze soprattutto nella descrizione di Graceland, inoltre non vengono risparmiate le critiche e si evince un certo disprezzo da parte dell'autore nei suoi confronti. D'altra parte noi fans siamo abituati a questo genere di critiche e nonostante  le molte persone che lo hanno frequentato  ne parlano con affetto e nostalgia, nonostante tutto il bene che ha fatto, le donazioni e i regali costosi che ha elargito; nonostante siano passati 39 anni dalla sua morte Elvis è ancora capace di salire alle vette delle classifiche e restare ancora nel cuore di milioni di fans , nonostante tutto questo però c'è ancora gente che deve parlarne male.