★★★ THIS IS ELVIS ★★★: agosto 2012

martedì 21 agosto 2012

Sand Castels



Sand Castles
Words & Music: Herb Goldberg/David Hess
Recorded: 1965/08/02, first released on "Paradise, Hawaiian Style"

Di notte
Quando il cielo è sereno
Quando soffia il vento del sud
E l’aria è calda
C’è un mondo che nasce

E per ogni bambino
Quel giorno sulla spiaggia
Si erge un grande
Magnifico castello
Ed il vento caldo avanza lentamente
Fra le mura del castello
E le creature della notte si svegliano
Al richiamo del vento caldo

Di notte
Quando il cielo è sereno
Quando soffia il vento del sud
E l’aria è calda
C’è un mondo che nasce

Poi il granchio violinista
Suona il suo violino
Sulla schiena
Di una balena che danza
Mentre le sirene cantano
Accompagnandosi con le conchiglie che portano con sè
Ed il drago dirige
Con la sua grande coda

Di notte
Quando il cielo è sereno
Quando soffia il vento del sud
E l’aria è calda
C’è un mondo che nasce

Perché la rosea aurora
Fa accorrere i bambini
Sulla spiaggia
Luccicante e fresca
E le creature della notte sanno
Che quando i castelli si ergeranno
Giocheranno ancora una volta
Come fanno i bambini

Di notte
Quando il cielo è sereno
Quando soffia il vento del sud
E l’aria è calda
C’è un mondo che nasce
Un mondo che nasce
C’è un mondo che nasce
Un mondo che nasce


Traduzione di Vali/g52

Let's Forget About The Stars



Let's Forget About The Stars
Words & Music: A.L. Owens 
Recorded: 1968/10/15, first released on "Let's Be Friends"


Se lasci che le stelle continuino a dirti
Chi amare o non amare
Potresti non trovare mai serenità
Per il tuo cuore
Potresti non essere amata per sempre
E questo, tesoro, vuol dire mai
Lasciati andare, amore mio
E dimentichiamo le stelle

Dici che le stelle ti hanno promesso
Il vero amore diecimila volte
Ma eccoti qui
Con il cuore e l'anima a pezzi
Riesco a dirti che hai deciso di amarmi
Dal battito del tuo cuore
Lasciati andare, amore mio
E dimentichiamo le stelle

Dimentichiamo le stelle
Vieni con me, amore mio
In un mondo uguale a quello
Che hai sempre sognato
Non aspettiamo troppo a lungo
Potrebbe accadere qualcosa di spiacevole
Lasciati andare, amore mio
E dimentichiamo le stelle
Dimentichiamo le stelle
Dimentichiamo le stelle
    Dimentichiamo le stelle...



domenica 19 agosto 2012

Five Sleepyheads

     

Five Sleepyheads
Words & Music: Sid Tepper/ Roy C. Bennett
Recorded: 1967/06/20, first released on "Speedway"
Traduzione di vali/g52

*******************************************



“Five Sleepy Heads” - incisa da Elvis Presley martedì 20 Giugno 1967
Scritta da: Tepper; Bennett
Originariamente incisa da Elisabeth Schumann nel 1935

Versione originale di Elvis Presley su: Double Features: Easy Come, Easy Go; Speedway

Tepper e Bennett? Aggiungendo il compositore classico tedesco Johannes Brahms, per questa canzone diventa una versione pop della sua ninna nanna "Guten Abend, Gut' Nacht," oppure "Wiegenlied" opus 49, no.4. Brahms nacque ad Amburgo, Germania il 7 Maggio 1833 e morì a Vienna, Austria, il 3 Aprile 1897. La canzone fu scritta, nel 1868, in onore della nascita del figlio di Bertha e Artur Faber, amici di Brahms. Anni prima, Brahms, per un breve periodo, era stato innamorato di Bertha, quando faceva parte del coro femminile di Amburgo, e durante il corteggiamento, lei aveva l’abitudine di cantare una melodia viennese con un tempo di 3/4. Il romanzo finì, ma rimase l’amicizia. La melodia che, successivamente, Brahms compose, per una ninna nanna privata, era un contrappunto alla precedente canzone d’amore che la madre del bambino gli fece ricordare, cantandola al piccolo. Quando Brahms presentò il regalo ai Fabers, inserì questa frase per marito di lei: "Frau Bertha capirà che ho scritto 'Wiegenlied' per il bambino. Riterrà che tutto è regolare……. Infatti, mentre l’ascoltavo cantare la canzone ad Hans, per farlo dormire, adoravo ascoltare una canzone d’amore, cantata da lei.." Bertha fu la prima persona a cantare la ninna nanna di Brahms. Da "Johannes Brahms: Una biografia, di Jan Swafford (1997, Alfred A. Knopf, Inc.)


http://users.telenet.be/davidneale/e...als/index.html
(aggiornato al 2008)



C’erano cinque bimbe assonnate
Tutte ben sistemate nei loro lettini.
Mentre cantavo una ninnananna
Ad una è andata un po' di polvere di sogno negli occhi.
C’erano quattro bimbe assonnate
Che con me fingevano di dormire.
E' passato l’Omino del Sonno.
E così ne sono rimaste tre.
I raggi di luna giocano a nascondino,
Tre sono andate e sono diventate due,
La mia canzone era quasi finita
Quando il Regno dei Sogni ne ha preso una.
Ho dato all’ultima il bacio della buonanotte,
E poi non ho sentito più una parola.
C’erano cinque bimbe assonnate,
Ora dormono tutte profondamente

The Twelfth Of Never




The Twelfth Of Never
Words & Music: Jerry Livingstone/ Paul Francis Webster
Recorded: 1974/08/16, first released on "Walk a Mile in My Shoes"
Traduzione di Vali/g52

Mi chiedi quanto ho bisogno di te
Devo proprio spiegartelo?
Ho bisogno di te, amore mio
Come le rose hanno bisogno della pioggia
Mi chiedi per quanto tempo ti amerò
Te lo dirò con sincerità
Fino all'eternità ed oltre
Io ti amerò ancora

Tienimi stretto
Non lasciarmi andar via
Tienimi stretto
Sciogli il mio cuore come la neve d'aprile
Ti amerò fino a quando le campanule dimenticheranno di fiorire
Ti amerò fino a quando il trifoglio avrà perduto il suo profumo
Ti amerò fino a quando i poeti non avranno più rime
Oh, fino all'eternità ed oltre
E sarà fra tanto, tanto tempo

Fino all'eternità ed oltre
E sarà fra tanto, tanto tempo


mercoledì 15 agosto 2012

Can't Help Falling In Love - Elvis Presley




Can’t Help Falling in Love
Words & Music: Peretti/ Creatore/ Weiss
Recorded: 1960/03/23, first released on "Blue Hawaii"
Traduzione di vali/g52

************************************************************




“Can't Help Falling In Love” - incisa da Elvis Presley giovedì 23 Marzo 1961
Scritta da: Peretti; Creatore; Weiss
Originariamente incisa da A. Delcroix in 1903

Versione originale di Elvis Presley su: Blue Hawaii; ELV1S 30 #1 Hits (Aggiornata al 2008)

Basata su "Plaisir d'Amour", una canzone del 1785, con parole originali scritte da Jean-Pierre Claris de Florian e musica di Johann Paul Aegidius Martini (Schwarzendorf). Le parole inizialmente appaiono nella novella di Florian “Celestine” e, grazie al suo contesto, era conosciuta anche come “Romance du Chevier”. Poi venne adattata all’inglese come "The Joy of Love." Incisa innumerevoli volte da chiunque, la primissima incisione sembra sia stata fatta, nel 1903, da A. Delcroix, (sull’ etichetta è indicato “Mons. A. Delcroix” (molto francese) su etichetta Odeon 33089 "Can't Help..." è un adattamento dell’accordo originale con parole nuove, scritte da George Weiss, epr “Blue Hawaii” 



I saggi dicono
Che solo gli sciocchi sono avventati
Ma io non posso fare a meno
Di innamorarmi di te
Vuoi che aspetti?
Sarebbe un peccato
Visto che non posso fare a meno
Di innamorarmi di te
Come un fiume fluisce
Inesorabilmente verso il mare
Tesoro, è così che va
Certe cose
E' destino che accadano
Prendi la mia mano
Prendi anche tutta la mia vita
Perché io non posso fare a meno
Di innamorarmi di te
Come un fiume fluisce
Inesorabilmente verso il mare
Tesoro, è così che va
Certe cose
E' destino che accadano
Prendi la mia mano
Prendi anche tutta la mia vita
Perché io non posso fare a meno
Di innamorarmi di te
Perché io non posso fare a meno
Di innamorarmi
Di te